Notizie dalla missione di Quixadá-Brasile

 

Quixadá, 18/12/2019

 

Carissimi amici,

siamo le Sorelle dalla missione in Brasile. Qui grazie a Dio tutto procede bene, nonostante il grande caldo di questo periodo dell’anno: cosí continua il nostro servizio con i bambini e con le famiglie povere della nostra favela, che veramente vivono situazioni di grande povertá, non solo materiale, ma anche morale. Questi nostri bambini vivono realtá molto dolorose: vi facciamo solo qualche esempio; nei giorni scorsi, dopo averle fatto la doccia, abbiamo chiesto ad una delle nostre bambine se conosce il papá e lei ci ha detto di no, non sa neanche chi sia e come si chiama. Lei é figlia di una giovane ragazza, che vive nel giro di droga e prostituzione e vive con una sua zia: ha cosí bisogno di affetto, che, nonostante abbia ormai otto anni, ha sempre il dito in bocca e quando ci vede ci abbraccia cosí forte che sembra non staccarsi piú!

Ad un altro bambino, dopo la doccia, abbiamo pulito e tagliato le unghie: era felicissimo di questo piccolo gesto! Questo bambino, di sei anni, vive con una delle sue sorelle e con la nonna paterna: il papá, da anni é in carcere e la mamma, con il fratellino piú piccolo, é dovuta scappare in un’altra cittá perché anche lei vende droga e qui non poteva piú rimanere… Un’altra, di dieci anni, ci ha raccontato per filo e per segno come hanno ucciso la mamma, che spacciava droga, davanti a casa, mentre lei e le sorelle assistevano a tutta la scena: per il Natale, in un cartoncino, ha scritto: “mamma, mi manchi tanto”. Veramente questi bambini hanno un bagaglio di esperienze molto pesante per la loro piccola etá: per questo quando vengono qui, si sentono sollevati, vengono volentieri e hanno un punto di riferimento. Per questo, noi ringraziamo di cuore tutti voi che pensate alla missione: grazie ai Soci dell’Associazione, anche per l’ultima donazione arrivata nei giorni scorsi: questo ci permette di continuare ad aiutare questi bambini, che ne hanno proprio un grande bisogno, ed é bello vederli sorridere e giocare, nonostante quello che soffrono!

E ringraziamo il Signore per quanto opera in loro: in questo periodo stiamo visitando ogni sera una famiglia differente per la Novena del Natale e una delle nostre bambine, di quattro anni, ci accompagna…, qui da noi imparano a pregare, e quando gli adulti la sentono accompagnare la preghiera e il canto, si meravigliano tutti!

Bene, per ora é tutto, un caro saluto e un buon Natale a tutti voi, a D.Roberto, ai Soci dell’Associazione, alle vostre famiglie e un nuovo Anno ricco di benedizioni dal Cielo. Noi, con i bambini, vi ricordiamo con affetto e riconoscenza dalla missione.

Uniti nella preghiera,

in Gesú, Sorelle da Quixadá.